02. QUATTORDIO - MASIO - OVIGLIO

Itinerario
Km 11,3 / Dislivello - 13 + 9
Si prosegue quindi per Masio, sulle prime alture del Monferrato, paese natale di Urbano Rattazzi: uno splendido punto panoramico per ammirare la valle del Tanaro, le vigne e gli antichi sentieri contadini. Simbolo del paese è l'antica Torre medioevale del XII secolo, alta circa 30 m, ma altrettanto significativa è la Parrocchiale dei SS. Maria e Dalmazzo. A qualche chilometro dal paese, in frazione Abazia, si incontra la Parrocchiale Regina degli Apostoli. Dopo essere entrati nella fitta boscaglia, si giunge al Castello di Redabue, di origine medioevale.

Camminando su strade bianche attraverso la campagna, si raggiunge Oviglio, dominata dalla Parrocchiale dei SS. Felice e Agata, di impianto romanico e decorazione barocca, e dal Castello trecentesco, che si può fregiare dell'attribuzione di "reale" in quanto a suo tempo acquistato dalla Regina Cristina di Savoia.
Superato il torrente Belbo, si procede verso l'area archeologica di Villa del Foro. Tra le ipotesi più attendibili sulla sua origine vi sono le vittorie romane sui Liguri (179 a.C.) e il progetto di organizzazione dell'occidente padano attuato dal Console Marco Fulvio Flacco a partire dal 129 a.C.: lo testimonierebbe un tratto di strada identificabile con la Via Fulvia e indicato quale collegamento fra i centri di Derthona-Tortona and Hasta-Asti.
Contatti
, 15028 Quattordio (AL)

44.8980382, 8.4059018