Anello Ceronda (AC)

Tipo attività outdoor
ESCURSIONI TREKKING
Introduzione

Itinerario escursionistico e cicloescursionistico che si sviluppa in forma anulare per gran parte nella valle del Torrente Ceronda. Il percorso è caratterizzato da due sezioni dalle caratteristiche differenti: una parte montana e panoramica, che si estende sui pendii del Massiccio Ultrabasico di Lanzo, e una parte pressoché pianeggiante che, ai piedi del gruppo montuoso prealpino, costeggia l’area protetta del Parco Regionale La Mandria.

L’itinerario escursionistico e cicloescursionistico ANELLO CERONDA (AC) è così denominato perché si sviluppa in forma anulare estendendosi per gran parte nella valle del Torrente Ceronda.

Il percorso è caratterizzato da due sezioni dalle caratteristiche differenti: una parte montana e panoramica, che si estende sui pendii del Massiccio Ultrabasico di Lanzo, e una parte pressoché pianeggiante che, ai piedi del gruppo montuoso prealpino, costeggia l’area protetta del Parco Regionale La Mandria. In entrambe le sezioni del percorso si susseguono contesti ambientali di pregio, alcuni tratti di sentiero offrono un panorama sconfinato su Torino e la pianura padana. Lungo le antiche mulattiere e le strade rurali si attraversano i centri abitati, le zone agricole e il patrimonio storico e culturale dei Comuni della Bassa Valle.

Partendo da Balangero e raggiungendo inizialmente il Parco del Ponte del Diavolo a Lanzo, il percorso si articola prima sulla parte montana con una serie di salite e discese che attraversano il gruppo montuoso fino a raggiungere le quote maggiori nella zona del Colle del Lys. Raggiunti i versanti che affacciano sulla Valle di Susa il percorso inizia ad abbassarsi di altimetria per trovare infine le tappe di rientro che si estendono nella fascia agricola pianeggiante che circonda il Parco La Mandria fino a raggiungere la Stura di Lanzo e chiudere l’anello nuovamente al Ponte del Diavolo.

Il tracciato è fruibile interamente come escursionistico di livello semplice anche se alcune tappe risultano impegnative per lunghezza e, in periodo di piena estate, le alte temperature e l’esposizione a sud possono aumentare notevolmente la fatica. Grazie ad alcune varianti che evitano i tratti prettamente escursionistici il percorso è interamente percorribile in mountain bike.

In ragione della vicinanza ai centri abitati per tutte le tappe, i posti tappa sono costituiti da piccole strutture turistiche e agrituristiche tipiche delle borgate che si incontrano e, in minima parte, da rifugi montani.

I percorsi si svolgono su sentiero o su tracce di sentiero opportunamente segnalate e in buona parte su strade bianche rurali e su piste forestali. Tutti questi tracciati sono percorribili senza necessità di attrezzature tutto l’anno, solamente in caso di nevicate abbondanti i tratti al di sopra dei 1000 m richiedono l’uso delle racchette da neve. La lunghezza di alcune tappe, sia escursionistiche che cicloescursionistiche, richiedono un buon allenamento. Essendo un percorso circolare è possibile accedere da qualsiasi punto e procedere in entrambi i sensi di marcia. L’itinerario offre la possibilità di variare il percorso congiungendosi al punto di partenza di Lanzo con il Trek Calcante che può divenire un prolungamento alternativo, verso le zone di Media e Alta Valle.

Piemonte Outdoor
Accesso
Accessibile ai disabili:
Accesso con mezzi pubblici: No
Informazioni utili
Classificazione: Provinciale di media e bassa montagna
Interesse devozionale: No
Interesse storico:
Periodo consigliato: Tutto l'anno.