Trek Calcante (TC)

Tipo attività outdoor
ESCURSIONI TREKKING
Introduzione

L’itinerario lungo i versanti dell’Uja di Calcante, una cima molto suggestiva che sorge geograficamente al centro delle Valli di Lanzo e che con il suo profilo sempre riconoscibile, accompagna le viste panoramiche lungo le varie tappe dell’itinerario. Il percorso si articola inizialmente a quote medio basse e attraversa borgate e luoghi di interesse culturale e religioso poi raggiunge quote più elevate fino a laghetti alpini, pascoli e alpeggi e termina nella Valle di Viù dove si incontrano anche le infrastrutture della ferrovia Decauville, di inizio ‘900, impiegate nella costruzione degli invasi e delle centrali idroelettriche ancora oggi attive.

L’itinerario escursionistico TREK CALCANTE (TC) è così denominato perché si sviluppa in gran parte lungo i versanti dell’Uja di Calcante, una cima molto suggestiva che sorge geograficamente al centro delle Valli di Lanzo e che con il suo profilo sempre riconoscibile, accompagna le viste panoramiche lungo le varie tappe dell’itinerario. Partendo dal Parco del Ponte del Diavolo a Lanzo il percorso si articola inizialmente a quote medio basse dove attraversa i Comuni di Media Valle, numerose borgate, luoghi di interesse culturale e religioso, zone boscate e torrenti. Nelle tappe intermedie raggiunge invece quote più elevate dove incontra gruppi di laghetti alpini, vasti pascoli e alpeggi ancora utilizzati nella stagione estiva dagli allevatori del territorio. Il tratto finale si estende nella Valle di Viù dove si alternano zone boschive, tratti panoramici e, nella tappa finale, le antiche infrastrutture di ferrovia decauville di inizio ‘900 impiegate nella costruzione degli invasi e delle centrali idroelettriche ancora oggi attive.

Proprio grazie alla natura articolata e varia del percorso, i posti tappa offrono occasioni molto diverse. Sono infatti costituiti sia da piccole strutture turistiche e agrituristiche tipiche delle borgate che si incontrano, che da rifugi privati che sorgono alle quote degli alpeggi fino a culminare con la più intensa e avventurosa esperienza del bivacco sempre aperto e a disposizione degli escursionisti che devono superare una notte in alta quota.

I percorsi si svolgono su sentiero o su tracce di sentiero opportunamente segnalate e in parte su strade bianche di accesso agli alpeggi e su piste forestali. Tutti questi tracciati sono percorribili senza necessità di attrezzature nel periodo ottimale da Maggio/Giugno a Ottobre, ma la lunghezza e il dislivello di alcune tappe richiedono un discreto allenamento. Sebbene le tappe siano esposte da est a ovest e quindi in progressivo crescendo altimetrico, la scelta della direzione di percorrenza è assolutamente libera, tenendo in considerazione che la tendenza dei tratti è di maggior salita nella direzione da est a ovest, mentre all’opposto le tappe vanno via via riducendo leggermente l’impegno e la fatica richieste.

L’itinerario offre la possibilità di collegarsi e variare il percorso congiungendosi al punto di partenza di Lanzo con l’Anello Ceronda di cui può divenire un prolungamento alternativo, mentre sul territorio di Usseglio con il GTA e con l’Alta Via delle Valli di Lanzo e quindi, per chi desidera prolungare verso ovest, al Tour della Bessanese e alla Francia.

Piemonte Outdoor
Accesso
Accessibile ai disabili:
Accesso con mezzi pubblici: No
Informazioni utili
Classificazione: Provinciale di media e bassa montagna
Interesse devozionale: No
Interesse storico:
Periodo consigliato: Da Maggio (Giugno se presente molta neve oltre i 2000 m) a Ottobre.