SENTIERO DEI GUFI

Passeggiata
Partenza: - Sentiero dei Gufi Alto: Località Bar Cenisio
Sentiero dei Guf Basso: Venaus Frazione Brayda
Arrivo: - Sentiero dei Gufi Alto: Bar Cenisio
Sentiero dei Guf Basso: Venaus Bar Cenisio
Difficoltà: E (Sentiero Alto) T(sentiero Basso))
Unico nel suo genere a livello mondiale, il sentiero dedicato agli strigiformi e in particolare a questi affascinanti rapaci notturni, i gufi.
Composto da due tracciati entrambi di facile percorrenza ed adatti a tutti, adulti e bambini, grazie ad un modesto dislivello.
Adatti a  tutte le stagioni, anche se, in presenza di neve, potrebbe esser necessario avere con sé le ciaspole, per camminare in sicurezza.
Se il percorso è affrontato di giorno, per scoprire gli ambienti frequentati dai rapaci notturni è sufficiente un'attrezzatura da mezza montagna, abbinata sempre agli scarponcini da trekking.
Se  in notturna, la visita dovrà essere effettuata con maggior prudenza e con l'ausilio di una piccola torcia per illuminare il sentiero. Le stagioni migliori per ascoltare il canto dei rapaci notturni sono la primavera, l'inverno e l'autunno, ma anche in estate si possono fare piacevoli incontri.


Contatti

45.1511575, 7.0170676

Tappe
  • Sentireo dei Gufi Alto
    Sentiero dei Gufi alto parte da 1500 m di altitudine, località Bar Cenisio, Dall’abitato si raggiunge, attraverso un’ampia prateria, un bosco. Lo scenario è caratterizzato dalla presenza di un lariceto puro alternato a tratti in cui la foresta di larici trova commistione con faggi e betulle, creando un ecosistema di grande fascino e suggestione: di giorno si può sentire echeggiare il canto del picchio nero, di notte quello della civetta capogrosso e dell’allocco.
    Dislivello:151
  • Sentiero dei Gufi Basso
    Il tracciato più basso introduce il visitatore al mondo degli allocchi e dei gufi, partendo proprio dal meraviglioso borgo di Venaus. Dopo aver costeggiato il paese il sentiero sale attraversando orti, radure, ruscelli e castagneti con alberi vetusti, dove regna incontrastato il principe della notte: l'allocco. Il percorso si snoda su un tracciato ampio, agevole e facilmente percorribile anche alla luce della luna, e alterna tratti con ampie radure, ad altri nei quali il bosco si stringe attorno al sentiero. Luogo di arrivo è la Cappella Titabo, punto panoramico dove è stata predisposta una piacevole area, presso la quale sarà possibile fermarsi per un picnic
    Dislivello:949