05. IVREA - CASCINETTE D'IVREA

Itinerario

Km 3,8 / Dislivello - 1
Dopo un breve tratto che tocca il balneabile Lago Sirio si giunge a Ivrea, la romana Eporedia e la medioevale Yporegia, che riveste da sempre un importante ruolo strategico. Nella città alta sorge la Cattedrale di Santa Maria, voluta dal Vescovo Warmondo (969-1005) sulle vestigia di un tempio romano: conserva molti degli elementi romanici originali, come la cripta con affreschi del XI-XIII sec., i campanili, il tiburio e l'esterno dell'abside, accanto alla quale si possono vedere i resti del Chiostro dei Canonici. Al suo fianco si erge l'imponente Castello "dalle rosse torri", costruito nel 1358 da Amedeo VI di Savoia come fortezza. Sull'altro lato della piazza il Palazzo Vescovile mostra ancora alcune caratteristiche della casaforte medioevale: il Torrione del Vescovo, i merli a coda di rondine, i fregi e le spesse mura.
Scendendo lungo l'antico decumano romano si giunge nella Piazza del Municipio, dove si può ammirare, sulla facciata della Chiesa di Sant'Ulderico, il fronte del campanile romanico: secondo la tradizione, nel 971 il vescovo tedesco avrebbe compiuto un miracolo proprio in questo luogo. Proseguendo verso il lungo Dora si incontra il Campanile di Santo Stefano, unica testimonianza del complesso abbaziale benedettino fondato nel 1044 e abbattuto a metà del XVI sec.

Contatti
, 10015 Ivrea (TO)

45.4672764, 7.8800589